Installazione Fortiweb macchina virtuale

Primi setup del Fortinet Fortiweb

Considerando che l’indirizzo ip di default non è sempre utilizzabile tocca fare una modifica via terminale per poter accedere via web.
Dopo avere scaricato l’immagine in formato ova per sistemi vmware dal sito support.fortinet.com procedo con i primi setup relativi all’interfaccia di rete.

Per avere un quadro sulla situazione attuale digito:

show system interface

Adesso procedo con la configurazione

config system interface
edit port1
set ip /
set allowaccess {http https ping snmp ssh telnet}
end

adesso tocca configurare il gateway

config router static

edit 1

set gateway

set device port1

end

A questo punto possiamo raggiungere la GUI web all’indirizzo appena configurato.

Come abilitare il supporto PHP ZipArchive su Cpanel

Durante l’installazione di alcuni plugin su wordpress potrebbe essere utile avere il supporto di PHP per ZipArchive

Se sei un amministratore del pannello Cpanel puoi abilitarlo seguendo questi passaggi:

  • Effettua il Login su WHM
  • Naviga su: Home »Software »EasyApache 4
  • Clicca sul pulsante blu Customize
  • Clicca sul pulsante PHP Extensions a destra nella sidebar
  • Cerca la parola zip e seleziona l’estensioni php-zip per le versioni corrispondenti e desiderate di PHP
  • Clicca sul pulsante Review alla destra nella sidebar
  • Clicca sul bottone Provision

Strutture dati in Python i Set

Strutture dati in Python i Set

Python include anche un tipo di dati per i set. Un set è una collezione non ordinata senza elementi duplicati. Gli usi di base includono il test di appartenenza e l’eliminazione di voci duplicate. Gli oggetti set supportano anche operazioni matematiche come unione, intersezione, differenza e differenza simmetrica.

Le parentesi graffe o la funzione set () possono essere utilizzate per creare set. Per creare un set vuoto bisogna usare set (), non {}; quest’ultimo crea un dizionario vuoto.

Rilasciata Debian 5.0 Lenny

Dopo ben 22 mesi di sviluppo costante, ieri il Progetto Debian ha annunciato il rilascio ufficiale di Debian versione 5.0, con nome in codice lenny.  Le architetture supportate sono ben 12

Il nuovo rilascio include sia l’aggiornamento di numerosi pacchetti che nuovi pacchetti che consentono un pieno supporto del file system NTFS o l’uso immediato della maggior parte di tasti multimediali.

Sono stati introdotti miglioramenti in generale per i portatili e per il tempo libero sono stati aggiunti molti nuovi giochi, inclusi rompicapo e sparatutto in prima persona.

Debian può essere installato da diversi supporti, come ad esempio DVD, CD, penne USB e dischetti, oppure dalla rete. L’ambiente desktop predefinito, è GNOME.

Inoltre Debian, solo per le architetture amd64 e i386, può essere usato direttamente senza essere installato con immagini speciali, note anche come immagini live.

Il processo d’installazione è stato migliorato, tradotto in 63 lingue, è possibile usare un menù grafico per scegliere interfacce e ambienti desktop.

Non ci resta che scaricare subito Debian 5, che può essere scaricato già da ora tramite bittorrent (il sistema raccomandato), jigdo o HTTP; per maggiori informazioni si veda Debian GNU/Linux su CD.

Nagios, monitoraggio di computer e risorse di rete

Nagios è una nota applicazione open source per il monitoraggio di computer e risorse di rete, questo programma è stato scritto da Ethan Galstad sulla base di un suo programma precedente chiamato Netsaint.

La sua funzione base, oltre quella di controllare nodi, reti e servizi specificati, è quella di essere in grado di monitorare switch, router, stampanti oltre che servizi più o meno standard come HTTP, FTP, POP3 e similari, avvertendo quando questi non garantiscono il loro servizio o quando ritornano attivi.
In origine Nagios è stato sviluppato per Linux, ma può funzionare correttamente anche su altre varianti di Unix, è rilasciato sotto la GNU General Public License Versione 2 pubblicata dalla Free Software Foundation.

Nagios è fortemente personalizzabile, in quanto i controlli avvengono tramite programmi esterni (plugin) e la disponibilità del codice sorgente facilita la scrittura di nuovi test, qualora non esistessero già.

Il programma, una volta rilevato un problema in un dispositivo sotto monitoraggio, è in grado di segnalare i malfunzionamenti attraverso la sua interfaccia (Web), spedendo una e-mail ad un gruppo di persone definito in precedenza o addirittura di avvisandole attraverso l’invio di un SMS.

Tale fase, detta notifica, è anch’essa fortemente personalizzabile e può essere gestita con un qualsiasi programma esterno al motore di Nagios.

Sito Ufficiale: http://www.nagios.org

Windows 7 è il nome del nuovo sistema operativo Microsoft

Microsoft, in controtendenza rispetto al passato, ha deciso di chiamare l’erede di Vista con lo stesso nome che aveva in fase di sviluppo (o nome in codice).

Chiara l’intenzione di Microsoft nel puntare fin da subito sulla semplicità.

La notizia non è proprio ufficiale, ma è quello che si legge sul blog di Windows Vista in un post di Mike Nash.

Il mio nome su Punto Informatico

Sta mattina nella sezione di telefonia di Punto Informatico, il più autorevole quotidiano di informazione su Internet e Tecnologia in Italia, vedo il mio nome alla fine dell’articolo dal titolo: Truphone regala chiamate ai nuovi iscritti.

L’articolo era stato scritto per BlogVoip uno blog sulla tecnologia VoIP di Pietro Saccomani per cui collaboro.

La prima cosa che ho fatto è inviare l’articolo via mail a tutti i colleghi.