Aggiungere una rotta statica al VCSA

Come aggiungere una rotta statica al vCenter Server Appliance

Dopo aver aggiornato il vCenter Server Appliance di VMware meglio conosciuto come VCSA alla versione 6.5 ho dovuto anche aggiungere una rotta statica. Procedura che ho effettuato in maniera diversa rispetto alle precedenti nello specifico accedo in SSH sulla macchina VCSA, abilito la console con il comando shell ed accedo alla directory network con il comando cd /etc/systemd/network.
A questo punto mi trovo all’intero della directory due file. Analizzando il contenuto del file 10-eth0.network ci troviamo il contenuto:

[Match]
Name=eth0

[Network]
Gateway=10.0.0.254
Address=10.0.0.40/24
DHCP=no

[DHCP]
UseDNS=false

Alla fine dobbiamo aggiungere:
[Route]
Gateway=192.168.1.20
Destination=192.168.2.0/24

Fatto questo riavviamo il servizio
systemctl restart systemd-networkd
e verifichiamo se la rotta è presente con il comando
route

Procedura applicata alla versione 6.5

Aggiornamento VMware vCenter Server Appliance via Web

Procedura per effettuare l’aggiornamento del Vcenter su virtual appliance via interfaccia web

Aprire il management di vCenter Virtual Appliance sulla port 5480 (https://indirizzo_ip_vcsa:5480).
Nel menù navigazione di sinistra clicchiamo su update.
Nell’area update in alto a destra su Check Updates selezioniamo Check Repository a questo punto sul centro pagina, se viene trovato un update sarà possibile cliccare su install update.

Procedura applicabile e testata su VMware vCenter Server Appliance versione 6.5

Abilitare il support 3D su VMware Vsphere

Su alcuni sistemi operativi il supporto 3D della scheda grafica risulta non abilitato e spesso in grigio risultando di fatto un campo non editabile.
Per risolvere il problema bisogna editare il file VMX della macchina virtuale.

Prima di editare il file eseguire sempre una copia di backup del file originale.

Quindi con un editor di testo modifichiamo il file .vmx aggiungiamo in fondo la riga:
mks.enable3d = TRUE.

Se la procedura è stata fatta a macchina virtuale spenta basta solo accenderla se invece è già accesa bisogna fare il reload per far leggere il nuovo file, con un accesso SSH all’host che detiene la macchina virtuale lanciamo il comando:
vim-cmd vmsvc/getallvms
per ottenere la lista di tutte le macchine virtuali con il loro relativo Vmid, individuato il nostro lanciamo il comando
vim-cmd vmsvc/reload